Alberghi Tipici Riminesi - gli hotel della tradizione riminese




La Spiaggia di Rimini per i bambini.

La vacanza con la propria famiglia a Rimini diventa piacevole e rilassante anche in spiaggia grazie alle attrazzetture, ai giochi e ai servizi messi a disposizione e offerti dai bagnini per bambini e ragazzi.

Tutti i bagni di Rimini dispongono di un'ampia area giochi, ricca di attrazioni gonfiabili, come scivoli, castelli, tappeti elastici e percorsi ad ostacoli.

Inoltre è presente un servizio di mini-club composto da un affidabile staff il cui compito è quello di prendersi cura dei bambini e coinvolgerli in divertenti attività mentre i genitori si rilassano al sole.

Per i più grandi vengono invece organizzate durante la giornata tornei di ping-pong, beach volley e beach tennis. Nel corso di ogni stagione inoltre sulle spiagge si svolgo Le olimpiadi dei giochi da Spiaggia a cui possono partecipare giovani e adulti e che coinvolgono tutte le discipline sportive acquatiche e da spiaggia.                                                                                                                                                              Consulta la sezione dedicata agli sport di spiaggia >> 

                                                                                                                            

giochi per bambini sulla spiaggia di Rimini

Se cerchi una spiaggia per bambini, con scivoli, altalene, gonfiabili, castelli e attrezzature per giocare o arrampicarsi, allora stai cercando la spiaggia di Rimini.

Il divertimento quindi è garantito per i bambini di ogni età.

Inoltre è sempre attivo un servizio di animazione che propone al mattino divertenti attività in acqua per grandi e piccini tra cui acquagym e per chi ama ballare dalle 18 in poi balli di gruppo per tutta la famiglia!

Scegli la spiaggia della Riviera di Rimini per i tuoi bambini!

Non dimenticare però le 10 regole d'oro del:

"Vademecum sotto l'ombrellone" di Tata Lucia:


1. Noi siamo in vacanza. Il progetto educativo non lo è. Anzi, è proprio in questi momenti – in cui siamo tutti più liberi -che dobbiamo trovare il tempo per stare insieme ai nostri figli. Tradotto in pratica: non vediamo l’ora di sdraiarci sul lettino a leggere finalmente quel libro abbandonato sul comodino? Lasciatelo sul comodino! I nostri bimbi hanno bisogno di stare con noi!

2. Niente tv, giochini elettronici, strumenti tecnologici. Solo noi e i nostri bimbi. GIOCHIAMO CON LORO! Diventiamo bambini insieme a loro. Condividiamo. Insegniamo loro a guardare la vita. Oggi non si guarda più. Non si ascolta più. Andiamo tutti insieme ad ascoltare le onde del mare, il suono dei grilli, il rumore della sabbia che scricchiola sotto i piedi…

3. Le regole non sono altro che (sane) abitudini. I bambini sono estremamente abitudinari. Rispettiamo i loro ritmi e le loro esigenze. Anche in vacanza.

4. Diamo confini. Anche fisici. Disegniamo un grande cerchio nella sabbia, che delimita l’area entro cui i bambini possono giocare. Per i più grandicelli, possiamo delimitare l’area “giocabile”, con gli ombrelloni (chiediamo ai nostri vicini di spiaggia se possiamo legare un fazzoletto colorato al loro ombrellone, in modo che i bimbi possano facilmente vedere i confini da non oltrepassare).

5. Siate autorevoli. Non autoritari.

6. I limiti vanno spiegati in positivo, non in negativo. Invece di dire: “non urlare”, dite “parla piano”. I bambini sentono in media 12 no all’ora. Non meravigliamoci se la prima parola che imparano, e forse una di quelle che usano più spesso, è “no“.

7. Le regole non sono ordini. Sono “ricette” sul come si fa. I bambini non sanno come si fa. Se tirano la sabbia, non lo fanno perché sono cattivi. Ma perché non sanno ancora che non si fa. Sta a noi insegnarlo. Come?

8. Dando libero sfogo alla creatività. Diamo ai nostri bambini alternative. Osserviamoli e seguiamo le loro inclinazioni. Collezioniamo sassi, conchiglie, sabbia. Corriamo insieme a loro in riva al mare. Costruiamo castelli di sabbia, città inventate, parcheggi per le macchinine. Facciamo capriole in mezzo ad un prato. Qualunque cosa, purché si faccia insieme. Non lasciamoli soli.

9. Non preoccupiamoci. Occupiamoci. Occupiamoci dei nostri figli, della nostra vita, della nostra felicità. Tanto la vita fa il suo corso…

10. “La cultura è emozione. Tutto il resto è informazione”. La vita vera, quella che conta, arriva attraverso le emozioni. La buona notizia? Le emozioni sono di tutti e per tutti. E non costano nulla. Non c’è bisogno di andare alle Mauritius per trascorrere delle belle vacanze. Anzi, ai bimbi poco importa dove li porterete. A loro importa solo giocare, crescere e stare insieme a mamma e papà. Se voi siete felici di passare le vacanze insieme ai vostri bambini, lo saranno anche loro.

Tata Lucia.

 

 


 

Non fare il patacca, richiedi un preventivo gratuito
Fare una richiesta gratuita non ha svantaggi, anzi prova e vedrai!

autorizzo al trattamento dei dati personali, secondo il D. Lgs. 196/03 sulla privacy

Ti piacerebbe fare 2 chiacchiere con uno di noi?


Chiama uno dei nostri hotel e fagli tutte le domande che vuoi!
Oggi è disponibile per te, con il suo accento romagnolo:
la Fam. De Luigi - hotel TRAFALGAR di Rivazzurra Rimini

+39 0541/373573